5 famosi attori italiani più famosi nel mondo

Quali sono i 5 attori italiani più noti nel mondo. Beh, la riposta è facile! Gli attori degli anni ’50 e ’60: Marcello Mastroianni, Sofia Loren, e Vittorio de Sica. A questi tre grossi nomi del cinema e della televisione italiana si aggiungono anche attori più giovani, quali Roberto Benigni, Raul Bova, e Maria Grazia

Sei interessato alla storia della TV?

La televisione ha cambiato la storia d’Europa e d’Italia. La propaganda del regime fascista, prima della seconda guerra mondiale, si era concentrata sulla radio e sul cinema, per limiti tecnici che non avevano permesso la commercializzazione della televisione. Dal secondo dopo guerra, invece, le televisioni hanno preso il sopravvento come mezzo di comunicazione di massa,

Anni ’70: la tv e la politica

Nel corso degli anni ’70, la situazione ha cominciato a cambiare. Il 14 aprile 1975 una nuova legge di riforma ha dato alla RAI una nuova struttura di regolamentazione. I principali poteri, ovvero la nomina del consiglio di amministrazione e il controllo sulle politiche, sono state trasferite dal governo al parlamento. Ancor più significativo, un

Carosello e telegiornali: il cambiamento della tv italiana anni ’60

Il Carosello diventa famoso Il Carosello è stato uno spettacolo che ha colpito tutti gli italiani a partire dal 1960, diventando uno dei programmi più amati della televisione italiana. Lo spettacolo è stato formattato per affrontare il problema degli spot, che sono stati severamente regolati dalla legge italiana, rendendo quasi impossibile per le emittenti inserire

La tv tra divertimento e apprendimento

Nel 1959 andò in onda il primo episodio di Canzonissima. Questo programma fu subito amato dal popolo italiano, perché combina performance di canto con sketch comici, di danza e soubrette. Le parti comiche dello spettacolo sono state affidate ad alcuni dei più grandi nomi del cinema italiano come Ugo Tognazzi, Walter Chiari, Raimondo Vianello e

Lascia o raddoppia

Gli anni ’50 furono un periodo caratterizzato dal pensiero innovativo e dalla nascita di show televisivi che sono ancora oggi in uso. La televisione italiana, in particolare i talk show e i varietà, è nota per i suoi eccessi e per essere decisamente celebrity-centric. Alcuni dei programmi televisivi dei primi anni di trasmissioni sono rimasti

La tv italiana degli anni ’50

Il 1950 segna il primo decennio della televisione nelle case degli italiani: questo capitolo è in realtà la storia del suo canale pubblico, la RAI. Fino al 1970, quando i canali privati cominciarono ad apparire, Radio Audizioni Italiane (RAI) è stato l’unico broadcaster in Italia. Il servizio pubblico di proprietà delll’emittente statale è la prima

Televisione: la lotta per il potere

Nel dopoguerra l’Italia, dopo la fine del fascismo e della seconda guerra mondiale nel 1945, è cambiata dalla monarchia alla repubblica, stabilita da un referendum avvenuto nel 1946. Il parlamento, composto da due camere con lievi differenze, venne eletto dal popolo. Questa fu anche la prima occasione per le donne di andare a votare. I

Il successo della televisione

Nel 1960, quando venne sviluppato un secondo canale con una nuova programmazione (4 novembre 1961), la televisione iniziò a raggiungere sempre più il pubblico a livello nazionale. In un paese ancora caratterizzato da un elevato livello di analfabetismo, la televisione diventò lo strumento mediatico più diffuso, in contrasto con la scarsa circolazione della stampa quotidiana

La televisione italiana: inizio e primi sviluppi

La storia ufficiale della televisione italiana ha inizio il 3 gennaio 1954. La Rai è stata la prima e unica rete televisiva a trasmettere i programmi di informazione. La nascita della RAI Nel 1924 è stata creata un’entità statale che gestiva le emittenti radiofoniche. Essa è stata pesantemente controllata dal governo nazionale durante il regime